Si chiama “La Tigre e il Samurai” il nuovo brano di Riki Cellini, artista eclettico e irriverente che raggiunge nel 2019 il traguardo di 30 anni di musica – o come ama dire lui, irriducibile Peter Pan, “i primi 30 anni dei miei trallalleri”.

E allora via alle danze. I festeggiamenti hanno il sapore di un brano elettronico dall’andamento morbido (dal 6 settembre in digital download e streaming), che ben si sposa con la scrittura sensuale e creativa.

 

 

“La Tigre e il Samurai” porta la firma di Attilio Fontana, attore e musicista romano già in passato collaboratore di Riki Cellini, ennesima dimostrazione del connubio artistico decennale tra i due artisti all’insegna del pop d’autore.

Il singolo, accompagnato da un video realizzato da Adriano Merigo (Mina, Mika) e girato allo “Stone City” di Bolgare (Bergamo), è impreziosito dal featuring di Tita (all’anagrafe Cristina Malvestiti), cantautrice bergamasca e tra le autrici più interessanti del pop italiano che con Cellini condivide un approccio poliedrico alla musica.

Entrambi innamorati dell’arte, portano nel brano colori e contaminazioni da mondi diversi che si fondono in una visione a quattro mani che vibra rendendo il brano un quadro vivo e tridimensionale.

Completano l’opera la cover illustrata in stile cartoon dall’artista bergamasco Michele Zenoni e l’arrangiamento di Valerio Baggio, storico collaboratore e musicista di Cellini in studio e negli spettacoli dal vivo.

“La Tigre e il Samurai” anticipa l’uscita, prevista per inizio 2020, di un nuovo album con i momenti più rappresentativi del viaggio musicale di Riki: da “Pongo” a “Rettoriano”, da “Trallallero” a “With My Dog” passando tra i duetti con Attilio Fontana, Aida Cooper e molto altro ancora.

La raccolta, intitolata ironicamente “Niente di nuovo”, includerà “Giovani Registi” un provocatorio secondo inedito, nuove versioni dei brani storici e verrà accompagnata da un tour live con ospiti diversi, sorprese a ogni concerto e la consolidata line-up formata dai musicisti Valerio Baggio, Michele Gentilini e Alberto Venturini.

 

Ascolta “La Tigre e il Samurai”

Clicca qui

Note di produzione

“La Tigre e il Samurai” (Attilio Fontana)
© 2019 D’AltroCanto Produzioni
Produzione esecutiva: Riki Cellini
Produzione artistica: Valerio Baggio
Arrangiamento, programmazione, tastiere: Valerio Baggio
Chitarre: Michele Gentilini

Cartella stampa

Scarica la CARTELLA STAMPA

Rassegna Stampa

“Canto con ironia l’apparire e i social” di Ugo Bacci
MEI – AudioCoop in uscita
Onda Musicale
Radio Italia Web
Corriere della Sera

Il testo della canzone

LA TIGRE E IL SAMURAI

E dimmi ti amerò
quando calienta il sol
Carmensita è la vita che brucia
ma ritornerò

Mille chilometri all’ora
e da te tornerò
tu sei già stanca e la luna
diventa un oblò
ridi e mi guardi da su
io dico non gioco più
furbetta peste bambina
ridammi il mio blu

Come in un film di Truffaut
la tua amante sarò
nuda e romantica come Brigitte Bardot
dentro una vecchia Renault
con i fanali retrò
sul lungomare al tramonto
mi abbandonerò

Dimmi che sarà così l’amore
dimmi se sarà così con te
Dimmi che sarai io non lo l’amore
Se sarà così lo imparerò

Sogni conigli e subito gridi magia
inventi serpenti e tempeste poi mi cacci via
stanotte non dormirò e tu fermati ancora un pò
mi faccio piccola in tasca paura non ho

Dentro una ruga c’è il tempo per riderci su
tutte le volte che hai detto non funziona più
cintura nera di guai io tigre e tu samurai
ma poi ti canto e mi suona quel suono di noi

Dimmi che sarà così l’amore
dimmi se sarà così con te
Dimmi che sarai io non lo l’amore
Se sarà così lo imparerò

E dimmi ti amerò
quando calienta il sol
Carmensita è la vita che brucia
ma ritornerò

E dimmi ti amerò
quando calienta il sol
Carmensita è la vita che brucia
ma ritornerò

Dimmi che sarà così l’amore
dimmi se sarà così con te
Dimmi se sarai io non lo l’amore
Se sarà così lo imparerò

Riservati i diritti SIAE

 

Condividi: Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Vedi tutte le news